Oggi per la seconda uscita del corso speleo siamo andati alla grotta della Civetta, nel rio Camerella vicino a Torri, in Calvana.

La grotta è composta sostanzialmente da una sequenza di pozzi, il più grande di 30m, che terminano in una ampia e scoscesa sala.
Gli allievi se la sono cavata alla grande, l’unico inconveniente è stato che un membro del gruppo aveva perso/dimenticato il discensore, così Daniele si è offerto di scendere con un mezzo barcaiolo (detto anche “sciupacorde”…) ed ha messo a disposizione il suo discensore.

In questa occasione ho potuto finalmente testare la lampada a led “Lumiled” fabbricata da Iacopo.
La luce si è rivelata ottima, bianca ed intensa, anche se il fascio era un po’ troppo largo, ma a questo si può ovviare facilmente cambiando la lente interna.
Non male il consumo, circa 5 ore al massimo della potenza prima che l’elettronica lanciasse il primo segnale di calo di tensione.
Pessima la parte meccanica e l’assemblaggio in generale: la vite che univa il corpo lampada alla piastrina di ancoraggio si è spanata ancora prima di entrare in grotta, i connettori elettrici a faston perdevano il contatto continuamente, il posizionamento dela scatola di comando sul corpo della batteria è risultato scomodo e fragile.

La prossima uscita sarà alla Grotta del Ciuco a Cantagrilli, sempre in Calvana.

Annunci