GIMP

Uno dei classici “punti deboli” dell’ottima applicazione di fotoritocco che è GIMP, è sempre stato l’interfaccia.

Tutti gli utilizzatori (spesso abusivi) di Photoshop a cui ho presentato tale alternativa (legale e gratuita, nonchè libera!) si sono lamentati non tanto della mancanza di questo o quel plugin, strumento o effetto, ma della difficoltà di abituarsi ad un layout a tre finestre (beh, almeno tre, se si ha solo un’immagine aperta…).

Mentre tale scelta può essere utile a chi ha due monitor sulla scrivania, come spesso ha chi si occupa di grafica, per tenere gli strumenti da una parte e lavorare sull’immagine da quell’altra, l’utente medio monomonitorato si trova a dover cercare la finestra principale nel groviglio di bottoni della taskbar o fra le numerose finestre sul desktop, perde tempo, si disorienta e nel giro di quindici minuti rinuncia e va a scaricarsi l’ennesima versione pirata di Photoshop.

Adesso sembra che le cose stiano per cambiare: già da qualche mese c’è un team che compie studi di usabilità proprio sul GIMP, adesso hanno messo su anche un blog in cui raccoglieranno le NOSTRE proposte in una specie di brainstorming da cui distillare le buone trovate.
Le regole sono semplici: bisogna mandare solo un’immagine o due, che siano autoesplicative (quindi con le spiegazioni delle varie trovate contenute all’interno e senza fare riferimento ad altri lavori esterni) e che non pesino più di 8 MB l’una.

questa mi sembra un ottimo esempio:
result_1.png

Le foto vanno mandate per email a questo indirizzo e devono avere la scritta GIMP nell’oggetto.

Le mail senza la scritta GIMP e senza allegati saranno automaticamente cestinate.

Orsù, vediamo di rinnovare tutti insieme questo GIMP e dargli finalmente un’interfaccia che accontenti i più! 🙂

Annunci