Dato che il drive firewire del Ferrarino non mi è ancora stato riconsegnato, ed essendo nella necessità di fare un installazione da zero (ho fatto un po’ di pasticci…), mi sono cimentato nell’installazione da rete mediante il boot da chiavina USB. Non è per niente difficile.

ATTENZIONE !

in questa miniguida darò per scontato che il device associato alla chiavina sia /dev/sda, e che la chiavina sia montata sotto /media/USBDISK: questi dati vanno adattati al proprio ambiente!
Non mi riterrò in alcun caso responsabile dei danni provocati dall’uso irresponsabile dei comandi illustrati, che potrebbero portare a conseguenze disastrose come sistemi non più avviabili, lettori multimediali trasformati in mattoni, gattini morti dentro al case, un cartoccetto di acciughe da tre mesi dietro all’armadio, et cetera.
Sapevatelo!

Per abilitare all’avvio la chiavina USB, è necessario dotarla di un Master Boot Record; una volta individuato il nome del device associato alla chiavina col comando mount, sarà sufficiente digitare quanto segue:

install-mbr /dev/sda

Nel caso install-mbr non risulti presente, installare il pacchetto “mbr“.

A questo punto, si crea una cartella /boot/grub nella chiavina, ci si copia dentro il contenuto della cartella /usr/lib/grub/i386-pc/ del proprio sistema, si crea una device map (qualunque cosa sia) e si installa GRUB, tutto con questi quatro comandi:

mkdir -p /media/USBKEY/boot/grub
cp /usr/lib/grub/i386-pc/* /media/USBKEY/boot/grub/
echo “(hd0) /dev/sda” > /media/USBKEY/boot/grub/device.map
sudo grub-install –root-directory=/media/USBDISK /dev/sda

É tempo di scaricare kernel ed initrd per l’installazione da rete:

wget http://archive.ubuntu.com/ubuntu/dists/intrepid/main/installer-i386/current/images/netboot/ubuntu-installer/i386/linux -o /media/USBKEY/boot/

wget http://archive.ubuntu.com/ubuntu/dists/intrepid/main/installer-i386/current/images/netboot/ubuntu-installer/i386/initrd.gz -o /media/USBKEY/boot/

Se gli URL sopra non dovessero funzionare, sostituire il nome della release più recente al posto di “intrepid“.

Creare quindi un file menu.lst dentro alla cartella /boot/grub della chiavina, mettendoci dentro quanto segue:
UPDATE! Riccardo in un commento ha postato un menu.lst abbreviato molto più comodo. Grazie Riccardo!

    # menu.lst - See: grub(8), info grub, update-grub(8)
    #            grub-install(8), grub-floppy(8),
    #            grub-md5-crypt, /usr/share/doc/grub
    #            and /usr/share/doc/grub-doc/.
    default        0
    timeout        3
    hiddenmenu
    title           Ubuntu Install
    root            (hd0,0)
    kernel          /boot/linux
    initrd          /boot/initrd.gz
    boot root=/dev/ram rw –
    savedefault

A questo punto, se tutto va bene, dovrebbe bastare far fare il boot dalla chiavina USB ad un pc connesso alla rete via ethernet per poter avviare l’installazione di Ubuntu!
A me, facendo così, è andata bene alla prima… se non dovesse funzionare non saprei che pesci pigliare 😛

Fonti da cui ho tratto le istruzioni: un po’ qui ed un po’ qui.

Annunci