Il vento a Vada sta diventando sempre più booleano, o non ce n’è per niente o ce n’è un’esagerazione!

Oggi alle tre tanta gente è entrata in acqua con vele grosse, sopra i sei metri, dato che il vento scarseggiava ed in più c’era un brutto temporale nero fermo proprio lì davanti, a fare da tappo.
Dopo un po’ è cominciato a piovere ed a fare fulmini, ed in un batter d’occhio erano tutti fuori!
Qui sono entrato in gioco io che, in piena controtendenza rispetto al solito, sono entrato in acqua con la vela e la tavola più piccole del momento, una 5.2 ed il mio nuovo Mistral Razor da 89 litri.

Dopo una mezz’oretta di rafficacce stanche, il vento si è messo di Ponente ed ha cominciato ad essere un po’ teso, confermando la mia tesi della vela piccola, ed ho avuto la soddisfazione di completare il primo bordo in planata col razor, nientemeno che con una strambata! Va bè, l’80% di una strambata, via… 😛

Dopo una manciata di bordi planati con soddisfazione, mentre ero bene al largo, ecco che il vento monta incredibilmente, ed io mi trovo (come al solito) sovravelato di brutto e non riesco nemmeno più a partire dall’acqua.

Catapulta dopo catapulta, dopo aver cazzato al massimo la bugna, riguadagno la riva accorgendomi che ero rimasto l’unico in acqua, gli altri erano tutti fuori ad armare vele più piccole.
Manrico ha armato una 3.9 bellissima! 😀

Alle sei, quando sono andato via, il vento era stato misurato fino ad oltre 40 nodi! Dico io, non sarebbero state meglio due giornate da 20?

Impressione positiva comunque per la tavoletta ex-Pedrani, devo prenderci la mano, spesso me la faccio scappare in spin-out, ma la sento già mia.

Annunci