Ho avuto occasione di mettere lo zampino in un paio di telefoni HTC Magic con Android a bordo, uno del Basu ed uno del Lucano

android

Quello del Lucano proviene dal mercato asiatico, ed aveva un sistema modificato con alcune restrizioni, per cui si è reso necessario eseguire alcune operazioni per ottenere i permessi di root (rootare, come dicono in gergo gli androidiani, o ruttare come si dice noi…) e renderlo fruibile anche qui in Italia.

Una buona guida per ruttare il Magic è quella sul wiki di AndroidWorld, ma purtroppo il metodo standard non ha funzionato. Probabilmente perchè il telefono del Lucano è uno di quelli un po’ più pompati, con più ram, che credo siano commercializzati col nome MyTouch; in ogni caso, è bastato effettuare la procedura specifica per i telefoni marchiati TIM per ottenere il risultato sperato.

Ovviamente, una volta ottenuta la root, il passo successivo è stato installare un firmware modificato, nello specifico una versione del prossimo sistema della HTC, denominato HERO. Anche qui, le versioni funzionanti sono state quelle indicate per i telefoni TIM.

Dopo aver visto Hero sul telefono del Lucano, il Basu è stato colto da un attacco di gelosia e ha voluto la root anche del suo telefono (marchiato Vodafone), ottenuta stavolta con la procedura standard.

Con l’esperienza che mi deriva da queste due operazioni, mi sento di consigliare a chi volesse cimentarsi di usare la recovery image di Amon RA invece di quella usata nella guida: mi è parsa molto ben fatta 😉
Ah, e la prima cosa da fare appena si riesce a fare il boot da USB con una recovery image è senz’altro un nandroid backup della configurazione originale!

Anche se non mi sento di consigliare di lanciarsi nell’impresa a chi non si senta almeno sicuro con l’uso del terminale, devo dire che il tutto è stato abbastanza facile ed anche divertente, con solo qualche brivido ogni tanto 😉
Occhio comunque alla sempre presente possibilità di briccare il telefono: io non mi prendo responsabilità, eh!

Quando il mio fedele citofono Nokia mi abbandonerà (e se il prezzo sarà diventato più ragionevole) probabilmente mi doterò anch’io di uno di questi gioiellini ripieni di software (semi)Libero.

Advertisements