Questa volta le meduse non c’entrano, si tratta solo di una contravvenzione, ma il bruciore è molto maggiore dell’altra volta. Procediamo con ordine.

Nella piazza dietro casa, dove sono solito parcheggiare, da un po’ di tempo a questa parte ha luogo il mercato del Sabato mattina; conseguentemente è stata spostata la pulizia stradale da Lunedì mattina al Sabato dopo il mercato, fino alle 16.

Lo scorso Sabato 6 Giugno, circa alle ore 16.15 e quindi dopo il mercato e la pulizia, ho tranquillamente parcheggiato il furgone nella piazza.
La domenica mattina sono stato svegliato da un certo trambusto proveniente dalla piazza stessa, ed ho scoperto che vi era ospitato l’arrivo di una gara ciclistica. Ovviamente sul parabrezza del mio furgone era presente un roseo verbale di contravvenzione.

Fugo i miei dubbi con una rapida consultazione sul web, ed ho la conferma che per istituire un divieto di sosta provvisorio è necessario posizionare i cartelli con almeno 48 ore di anticipo, cosa ampiamente omessa dai vigili di Calenzano e facilmente dimostrabile con l’ausilio delle foto qui sotto:

divieti_a_confrontoCome si può notare il cartello è lo stesso, con un fogliaccio diverso appiccicato sopra con dello scotch; se il cartello per il mercato indicava il divieto a partire dal Giovedì, non è possibile che dal venerdì in poi indicasse il divieto perla domenica, chiaro no?

Quindi: non posso dimostrare che quando ho parcheggiato i cartelli ancora non c’erano, ma posso dimostrare che i cartelli non erano validi! Mi informo sulle modalità per fare il ricorso e scopro che se ne possono fare due tipi: al Prefetto o al Giudice di Pace.
Fare ricorso al prefetto è il modo più semplice, ma ahimè, il prefetto si limita a telefonare alla stazione dei vigili e chiedere il loro parere. Vuoi forse che i vigili ci abbiano ripensato, nel frattempo? In più, se il ricorso non viene accolto, la sanzione è raddoppiata.
Il ricorso al Giudice di Pace è la via migliore, ma prevede che ci sia un udienza a tempo e comodo del Giudice, quindi probabilmente un giorno di ferie che se ne va. Di più, se all’udienza non si presenta il ricorrente, viene data la vittoria ai vigili, mentre se non si presentano i vigili viene rimandata l’udienza.

Nonostante avessi ricevuto assicurazioni da un amico “nel settore” che con le mie argomentazioni avrei sicuramente vinto il ricorso, decido che per 38€ è un po’ troppo sbattimento: meglio pagare la multa e fare un bell’esposto al Difensore Civico del Comune.
Ho scritto per tre volte, a distanza di svariate settimane l’una dall’altra, secondo le modalità ufficiali riportate nel sito, senza mai ricevere nè una risposta, nè una ricevuta di ritorno dell’email. Il Difensore Civico probabilmente è uno specchietto per le allodole tanto quanto il ricorso al Prefetto. Ecco spiegato perchè un solo personaggio basta per tutti i comuni della piana!

Non è finita qui! Vado alla stazione dei vigili in uno dei giorni in cui fanno orario pomeridiano (Martedì e Giovedì), con l’intento di pagare la multa e finirla lì, ma la tizia mi dice che purtroppo in quel giorno la sua collega che tiene la cassa non c’era, quindi non potevo effettuare il pagamento. “Poco male – dico io – ripasso Giovedì!”. Niente da fare, la collega non lavora mai di pomeriggio. Troppo faticoso, probabilmente. Mi propone di andare a pagare di mattina, le rispondo che non faccio il metronotte e la mattian lavoro, che si fa?
“Nessun problema, aspetti la notifica per posta e quella la può pagare all’ufficio postale!” dice; “Ma non è che mi costa di più?” “no no, non si preoccupi, costa uguale uguale!”.

Ovviamente ho pagato 10.60€ in più per spese, ma forse per i vigili di Calenzano è una cifra trascurabile, chissà. Mi piacerebbe sapere quanto rubano prendono di stipendio, con tutto che quando dovrebbero esserci non ci sono mai…

Di non avere diritti reali ma solo subordinati alle condiscendenze delle forze dell’ordine, di essere amministrati da organizzazioni pseudo-mafiose orientate al lucro, sono cose che so da tempo, ma tutte le volte che mi ci scontro mi fa sempre un po’ male.

Annunci