Ieri siamo stati a provare il volo di Santa Lucia a Carrara.
Le previsioni mettevano vento anche troppo abbondante da Ovest, ideale per quel sito, ma purtroppo hanno padellato miseramente: c’era in quota un forte Nord-Ovest, mentre in basso non c’era praticamente niente.

Il decollo di S. Lucia è corto, molto scosceso ed irregolare, in fondo ci sono dei cespugli e per rendere tutto ancora più allettante i deltisti ci hanno allestito in mezzo un pontile per la rincorsa.
Se c’è un minimo vento frontale, come c’è quasi sempre nella bella stagione per via della vicinanza del mare, si decolla praticamente da fermi e non ci sono problemi di sorta, ma in giornate senza vento bisogna per forza correre sul pontile, e si ha pochissimo spazio per controllare che la vela sia aperta bene sulla testa o, in caso contrario, arrestare il decollo.

Un video vale più di un milione di parole (mille parole per fotogramma, direi…):

Il mio decollo è stato a dir poco raccapricciante: sono stato un quarto d’ora buono ad aspettare che si staccasse una bollettina anche debole, e quando finalmente ho deciso di partire, il venticello aveva una leggera componente laterale, per cui la vela mi si è alzata un po’ di lato; per compensare lo spostamento mi sono buttato fuori di lato dalla pedana ed a sedere dentro la sella: se la vela tiene, volo, sennò picchio una culata in fondo al decollo!

Per fortuna ha tenuto e mi sono fatto un piacevole voletto intorno alle antenne, con delle piccole termiche dolci dolci appena sufficienti a mantenere la quota 🙂

Annunci