Nello scorso fine settimana ho fatto un paio di voletti niente male 🙂

Il primo, Sabato: decollo al solito dall’altopiano delle Pizzorne, giornata di termiche blu larghe e gentili ma comunque robuste. Faccio quota sopra al decollo e raggiungo i 1500 m sopra l’Angelo, poi visto che c’era in programma la grigliata serale a Diecimo, vado direttamente lì in volo, concedendomi anche alcune ravanate sul monte Bargilio ed un paio di escursioni verso la Val d’Ottavo che però non sono riuscito a raggiungere.

 

Il secondo, Domenica: Con Giovanni, Giancarlo e Marco siamo andati finalmente a volare nel Valdarno, dal decollo di Praticino.
La giornata prometteva abbastanza bene, nonostante un po’ di vento da ovest, ma poi si è rivelata essere superiore alle aspettative!
Decollo insieme a Giancarlo e giriamo insieme la prima termica, poi ci spostiamo indietro verso il crinale principale, dove un’altra termica ci porta ben oltre i 2000 m. Perdo di vista Giancarlo e mi inoltro sul Pratomagno, il cielo è una strada di cumuli per niente minacciosi ed oscillo tra i 1900 ed i 2600 metri di quota.
Trovandomi tutto solo sul Pratomagno, valuto di tornare indietro e risalire verso nord, dove vedevo numerose altre vele in base cumulo, e ritrovo Marco in una bella termicona sopra le pale eoliche di Reggello.
Purtroppo a quel punto il GPS mi ha mollato, quindi la traccia è interrotta circa a metà volo, ma mi sono inoltrato un pezzetto nel Casentino e poi sono andato ancora a nord oltre Reggello, per infine tornare con un bel traverso sulla piana all’atterraggio di Gravanella.
Un ringraziamento ai simpaticissimi Uccellacci locali per l’ospitalità e le dritte sul volo 🙂

Advertisements