Un veloce howto per installare e configurare un server LTSP (Linux Terminal Server project) su Ubuntu 6.06 LTS “Dapper Drake”

declino ogni responsabilità da eventuali danni, perdite di dati, esaurimenti nervosi o attacchi alieni derivanti da questo testo, che principalmente è composto da miei appunti per uso personale.

Un “Thin Client” è un “computer scemo”, una macchina con scarse capacità di calcolo o addirittura senza disco fisso, che tramite rete è collegata ad un “Fat Server” e ne utilizza le maggiori potenzialità.
Se siamo in possesso di un computer abbastanzan potente, questo è un buon sistema per riciclare dell’hardware un po’ datato e riportarlo a nuova vita.

La configurazione del server LTSP su Dapper è abbastanza veloce ed indolore, si comincia installando un paio di pacchetti:

sudo apt-get install ltsp-server-standalone openssh-server

dopodichè con il comando:

sudo ltsp-build-client

si scarica e configura automaticamente tutto il sistema che poi sarà avviato nei clients.

A questo punto è necessario configurare il server DHCP in modo che punti alla nostra rete, dato che di default punta a 192.160.0.xxx.
Eseguire in un terminale:

vim /etc/ltsp/dhcpd.conf

e nel file sostituire tutte le occorrenze di “192.168.0” con lo schema di IP della nostra rete, ad esempio:

authoritative;

subnet 192.168.1.0 netmask 255.255.255.0 {
range 192.168.1.20 192.168.1.250;
option domain-name “example.com”;
option domain-name-servers 192.168.1.1;
option broadcast-address 192.168.1.255;
option routers 192.168.1.1;

option subnet-mask 255.255.255.0;

filename “/ltsp/pxelinux.0”;
option root-path “/opt/ltsp/i386”;
}

A questo punto si riavviano i servizi interessati:

sudo /etc/init.d/dhcp3-server restart
sudo /etc/init.d/nfs-kernel-server restart
sudo /etc/init.d/nfs-common restart
sudo /etc/init.d/portmap restart

Se tutto è andato bene, dovrebbe essere possibile fare il boot da ethernet da una macchina collegata ed ottenere il Thin Client.

Si può modificare il file di configurazione del server per migliorare le prestazioni delle macchine, ad esempio per abilitare il suono in locale sui clients (altrimenti suona tutto sul server…).
Il file da in questione è /opt/ltsp/i386/etc/lts.conf e per abilitare l’audio basta modificarlo così:

[Default]
SOUND=True

e riavviare i clients.

Nel caso la macchina sia troppo vecchia e non sia possibile abilitare dal BIOS il boot da scheda di rete, è possibile in molti casi utilizzare Etherboot per aggirare l’inconveniente. Nel caso corrente è stato usato un kernel lanciato da Grub, ma per macchine senza disco fisso è possibile utilizzare anche floppy o CD-ROM.

La ROM adatta alla propria scheda, in formato di immagine floppy, cd, kernel o altro, si può ottenere facilmente dal sito ROM-o-matic; nel caso del kernel sarà sufficiente copiare il file “.zlilo” ottenuto nella cartella /boot ed aggiungere una voce come questa al menu.lst di grub:

title Etherboot
kernel /boot/ROM-o-matic_kernel_image_file.zlilo
boot

link utili:
https://help.ubuntu.com/community/ThinClientHowto
https://help.ubuntu.com/community/UbuntuLTSP/LTSPQuickInstall
http://www.ubuntuforums.org/showthread.php?t=195956&highlight=LTSP
http://rom-o-matic.net/
http://www.edubuntu.org/ThinClientConfig

Annunci