Archivi per la categoria: Video

Qualche tempo fa ho caricato su youtube questo video:

Prontamente il sistema automatico di YouTube ha rilevato che c’era una violazione di diritti: il clip appartiene a DMC Universal ed, a meno che io stesso non fossi DMC Universal, non avessi un permesso speciale oppure il caso non rientrasse nel Fair Use, la visione del video sarebbe stata bloccata in alcuni paesi.

Poco male, pensai, visto che almeno in Italia comunque si continuava a vedere, ma non mi andava giù di essere stato additato così pesantemente per quello che secondo me era senz’altro Fair Use, quindi ho aperto il form per la contestazione ed ho scritto come la pensavo:

il mio utilizzo del clip costituisce Fair Use in quanto A) è stato pubblicato a scopo assolutamente non lucrativo, B) la durata del clip in relazione all’opera madre è irrisoria, C) non viene recato alcun danno all’opera madre, anzi, la curiosità di vedere il clip nel contesto potrebbe funzionare da pubblicità.

Credeteci o meno, a distanza di un mese, oggi YouTube mi ha scritto che DMC Universal ha esaminato la mia contestazione ed ha abbandonato il reclamo!

Ora il problema è convincere di nuovo questa barra a levarsi di torno 😀

Annunci

Ho di recente visto la serie Terra Nova, e non è che nell’insieme mi abbia fatto una bella impressione, diciamo pure che l’ho vista tutta perchè sono solo dodici episodi.
È una specie di miscuglio tra Jurassic Park, Stargate, Avatar con una spruzzata di Rambo nei dialoghi, che sono il vero punto debole: frasi ad effetto che si susseguono ad occhiate ad effetto, ma prevalentemente senza sostanza.

Quello su cui voglio mettere l’accento in questo post, però, è una vera perla di fintascienza.
Una cosa elegante, non come i banali fictional-computer con l’inusabile schermo trasparente su cui non puoi neanche guardare youporn di nascosto dai colleghi, e che sottolinenano qualsiasi operazione con dei cinguettii e  pigolii continui che farebbero rimpiangere anche i maledetti click-click-click di Internet Explorer.

La perla di cui parlo riguarda l’uso delle unità di misura: vuoi mettere quanto è più figo un GigaWatt o un picoTesla di un semplice Ohm, per esempio? Ed ecco apparire il nanoHertz!

Non ho resistito, ho dovuto fare il conto: 42.8 nHz equivalgono ad un’oscillazione ogni circa nove mesi! Non si parla di onde subsoniche, a queste frequenze si parla forse di monsoni!

Sono ammirato dalla marcia inarrestabile della scienza! 😀

 

AGGIORNAMENTO 19/03/2012: L’amico Sprok mi ha fatto notare che nella versione in lingua originale, parlano di 42.8 Hz, quindi si tratta di una licenza del doppiatore italiano.

Dopo ben sei anni dalla sua realizzazione, è finalmente disponibile online la versione inglese di Quantoon, la tesi della Cri (alla stesura della quale ho dato una bella mano).

Si tratta di un cartone animato che spiega in maniera semplice e divertente alcuni concetti della meccanica quantistica, ispirato in parte al lavoro analogo di Robert Gilmore.

Da un punto di vista tecnico, Quantoon è stato sviluppato soprattutto in Flash (però su Ubuntu, tramite Wine…), le scenografie sono state fatte con Blender e l’audio elaborato con Audacity.
Il proiettore Flash per windows che funge da player per Quantoon gira egregiamente anche sotto Wine, e nel pacchetto è contenuto anche un proiettore .hqx per Mac, ma non disponendo di quest’ultimo sistema operativo, non l’ho potuto provare. Se qualche macaco volesse farmi la cortesia di testarlo, gliene sarei molto grato.

Si, sto cominciando a diventare veramente monotono, nei miei ultimi post scrivo solo di monociclo… mi piacerebbe scrivere del parapendio, ma ancora non c’è stato verso di volare.
Va be’, comincio col classico video e poi scrivo anche qualcosa di Software Libero, ok?

Veniamo al Software Libero: durante la convalescenza dall’influenza di due settimane fa, per ammazzare il tempo, ho rimesso mano a Blender ed ho modellato (indovina un po?) un monociclo!
Per renderizzarlo ho utilizzato l’ultima versione dell’ottimo LuxRender, che ad ogni release mi piace sempre di più.
Purtroppo non ho potuto utilizzare l’ultima versione di Blender, con la stupenda interfaccia nuova, proprio per via dell’esportatore di LuxRender, che nella migliore delle ipotesi mi dava qualche problemino.
Ecco i risultati:

La cosa notevole è ovviamente l’apnea, ma dopo tutto Guillaume Nery è il campione del mondo di tale disciplina.

Dato che sono stato invitato alla festa per la prima comunione di uno dei miei nipotini, non posso certo esimermi dal fargli un regalino; stavo pensando ad un dizionario di inglese ed una copia di questo video di Tim Minchin:

Attenzione: può risultare piacevolmente offensivo per certe categorie di persone 😀

Il testo non è tra i più facili da seguire a orecchio, ce n’è una trascrizione in questo blog.

In questo nuovo filmato accelerato si vede l’evoluzione delle nubi generate dall’attività termica sopra Monte Morello.
La ripresa è stata effettuata da Calenzano, stavolta non con la macchina fotografica e l’intervallometro ma con una normale telecamera digitale ad alta risoluzione, per poi accelerare il filmato in postproduzione; la durata delle riprese in tempo reale è stata di circa cinque ore e mezza, ad una frequenza ahimè di ben 50 fotogrammi al secondo (non è stato possibile farne meno, con quel modello di telecamera), dei quali il 99% è stato scartato per ottenere la compressione temporale desiderata.

È interessante vedere come la “giornata” cominci con dei timidi cumuli fracti che acquistano via via importanza e “scarciofano” allegramente a ricoprire gran parte del cielo, ed infine si dissolvono di nuovo nell’aria, in parte per l’inoltrarsi del pomeriggio ed in parte per l’effetto ombreggiante che riduce il riscaldamento al suolo.

Un ringraziamento a tutti coloro che, consapevolmente o meno, hanno contribuito alla realizzazione, e bacchettate sulle dita a quelli che sono andati almeno in un paio di occasioni a toccare la telecamera durante le riprese  😉

Diffondo e condivido pienamente il Verbo dei Paguri:

Pubblico con piacere il trailer e l’annuncio dell’imminente uscita del nuovo lavoro di Damiano Zanocco, il meteorologo che ha tenuto il corso a cui ho partecipato qualche mese fa e che mi ha ispirato la realizzazione dei video in time-lapse sulle nuvole. I suoi sono senza dubbio superiori 🙂

E’ incredibile come i fenomeni meteorologici, e il loro divenire, risultino immediatamente comprensibili osservando le nuvole accelerate. Pertanto le nubi e il loro movimenti ci spiegano in modo elementare la meteorologia.

In questa prima parte vengono presentati 4 argomenti:
– un preludio alle nuvole
– la classificazione scientifica delle nubi
– il mare di nuvole
– i cieli pre-temporaleschi.

Un filmato affascinante, coinvolgente, istruttivo e scientifico, ma allo stesso tempo poetico, per lasciarsi stupire dal meraviglioso mondo nuvoloso.

Alcuni dati sul documentario:

  • 100 volte: l’accelerazione media delle immagini di nuvole
  • 500 ore: le riprese di nuvole effettuate nell’arco di 7 anni
  • 250 ore: il tempo richiesto per il montaggio video, audio, musicale, effetti sonori e visivi, la registrazione vocale
  • 1: la telecamera rubata durante le riprese
  • 54 minuti: la durata del video.

“Nuvole sprint 2” è la prima parte di un’opera che vedrà altre 2 uscite (Nuvole sprint 3 e 4) probabilmente nel 2011 e 2012.

Il Video in dvd sarà disponibile a partire dal meeting internazionale di volo libero del Montegrappa, Semonzo del Grappa (TV) dal 3 al 5 aprile 2010.

Il documentario verrà presentato e proiettato il 30 aprile 2010 alle ore 20.45 presso il salone della Trattoria S. Antonio, in via Palladio a Camisino di Caltrano (VI).
(In caso di partecipazione, è gradito un cenno di conferma anche per la possibilità di dare informazioni in caso di spostamento data o sede di proiezione).

Mercoledì sono andato a fare un voletto ed il Lucano mi ha prestato la sua telecamerina GoPro per fare una ripresa. L’ho fissata sul ginocchio destro, rivolta verso di me, questo è il risultato: