Archivi per la categoria: Fotografia

Un’opera di Francesco Battaglini che mi piace particolarmente (sarà per via del volo?), alla quale ho fatto una foto che a sua volta mi piace 🙂

Annunci

Lo scorso fine settimana l’abbiamo trascorso insieme ad alcuni amici Jokeristi al Parco dell’Uccellina.
Tempo tutto sommato buono, bei posti, ottima compagnia ed abbiamo fatto anche il bagno!

Carino l’incontro con la volpe sulla spiaggia, anche se vedere un animale selvatico talmente addomesticato da venire a mangiare dalle mani dei turisti, mette un po’ di tristezza.

Tra una cosa e l’altra ho scattato anche qualche foto di cui sono abbastanza soddisfatto, ne ho messe quattro qui.

Dopo un bel po’ di anni di servizio, ho finalmente mandato in pensione la mia fedelissima Fujifilm A303; da qualche tempo aveva cominciato a dare segni di cedimento e nonostante una riparazione andata a buon fine, stava mostrando chiari i sintomi della vecchiaia, facendo cose strane con l’obiettivo di sua spontanea volontà.

Dato che mi sono trovato bene con la Fuji, l’ho sostituita con una sua nipotina, una splendida Finepix XP10, eccole in una foto di famiglia 😀

La XP10 promette di essere quasi indistruttibile: resistente all’acqua fino a 3m, alle cadute da un metro d’altezza, alla polvere ed al gelo. Il tempo ci dirà se sarà all’altezza della sua antenata!

Un cielo stremato dal recente passaggio di un fronte occluso, si vedono tantissimi tipi di nuvole.

La foto è composta da sette immagini scattate con una vecchia compattina da 3Mpix (la gloriosa Fuji A303) e ricucite con Hugin, utilizzando i parametri di default; sono rimasto seriamente impressionato dal progresso che ha avuto questa splendida applicazione!

Ecco fatto un altro video di nuvole in time-lapse!
Stavolta si tratta del cielo sopra al Mugello, visto dal vecchio tiro al piattello delle Croci di Calenzano.

Peccato per quel pelo che col vento si è andato ad incastrare proprio davanti all’obbiettivo…
L’intervallo tra i fotogrammi è di un secondo, il periodo ritratto nel tempo reale è di circa 28 minuti.
La musica è Nicaragua di Art Yenta.

Affascinato dal corso di meteorologia che ho seguito qualche tempo fa, ho pensato di dotarmi di un intervallometro per realizzare qualche filmato in time-lapse ai vari movimenti delle nuvole.

Questo è il mio primo tentativo:

non male come inizio, eh? 🙂
Il brano in sottofondo è l’incipit di MIMETISM di Abacus, preso da Jamendo.com

Sono circa 36 minuti di tempo reale, per un totale di 1230 fotografie (quelle che entravano nella CompactFlash), circa una ogni 1,75 secondi.
Il problema per fare filmati più lunghi sarà non tanto la capacità della scheda, ormai le schede da 4GB le tirano dietro, quanto la durata della batteria, che a occhio e croce basterà al massimo per un oretta di scatti. Eventualmente troverò il modo di alimentare la macchina fotografica dall’esterno, per ora mi accontento così 🙂

Il montaggio del filmato l’ho fatto utilizzando ImageMagick per ritagliare in batch tutte le foto, Mencoder per metterle in sequenza e PiTiVi per aggiungere i titoli e la musica.

Per chi volesse costruire l’intervallometro, qui c’è lo schema nel formato di ktechlab, un ottimo software libero per la progettazione di schemi e non solo.
E grazie al Lucano per aver scoperto il software, per averlo usato per sistemare lo schema dell’intervallometro, nonchè per averlo poi costruito 🙂

Oasi di Focognano - clicca per altre foto

A Campi Bisenzio, a due passi da casa, attorniato ad ovest dall’autostrada, a nord dall’area industriale di Capalle, ad est dalla discarica di Case Passerini e, se non bastasse, sotto le rotte di approccio dell’aeroporto di Firenze, sorge un piccolo paradiso naturale: l’Oasi di Focognano.

L’oasi, gestita dalla sezione locale del WWF, è composta principalmente da alcuni stagni in cui nidificano, o anche semplicemente trovano appoggio durante le migrazioni, innumerevoli specie di uccelli, a partire dalle comuni anatre fino agli aironi cinerini ed alle cicogne.
L’accesso all’area costa 4€ e prevede obbligatoriamente l’accompagnamento di una guida; dopo la prima visita, previo il pagamento di una cifra leggermente più alta e l’accettazione di alcune semplici norme, è possibile accedere agli osservatorii anche da soli e fuori dagli orari di visita per appostarsi a fare fotografie. Ci vuole un bell’obiettivo, comunque, almeno un 300mm, ma anche un 500 non guasterebbe.

Il parco è aperto da Settembre fino a Maggio, ed è un’ottima gita per stare un po’ all’aperto senza troppi sbattimenti; per chi vuole impegnarsi un po’ di più, ogni Sabato è aperto al volontariato 😉

Da un commento ad un mio vecchio post ho scoperto l’esistenza di un nuovo progetto di software per la creazione di filmati a partire da fotografie.

Il software in questione si chiama Imagination ed è già alla versione 1.0;  non è ancora possibile inserire una traccia audio, lo sarà in qualche prossima release, ma le funzioni di esportazione  e le transizioni funzionano tutte.
Piccola dimenticanza degli autori, non viene inserita automaticamente l’estensione ne’ per i file di salvataggio, ne’ per quelli esportati, ma come inizio secondo me non è affatto male.

a parte l’icona, che continua a non piacermi… 🙂

Il mio amico Luca mi ha chiesto come fare per incorporare nel suo blog (realizzato con WordPress) un’immagine elaborata con l’effetto Zoomify.

Zoomify in pratica ritaglia e ridimensiona un’immagine ad alta risoluzione in tanti pezzettini e li rimonta tramite un applet Flash secondo una struttura piramidale, per cui quando si zooma (o zumma?) su una parte dell’immagine totale, vengono caricati al volo i pezzettini a risoluzione più alta, permettendo di guardare i dettagli che interessano senza dover caricare tutta l’immagine intera. Leggi il seguito di questo post »

Dopo quasi un anno di leeeeento lavoro è finalmente online la nuova versione del sito del mio amico Luca Tirinnanzi, che ha infine deciso di migrare da Rapidweaver (che è una specie di CMS offline) ad un più consono WordPress.
Scelta saggia specialmente da un punto di vista SEO, dato che il codice generato da Rapidweaver non è il massimo della pulizia e del search-engine-friendly

Il tema grafico, realizzato da me, ha ancora bisogno di un po’ di cure, specie per la resa sui browser non standard, ma tutto sommato ne sono soddisfatto.

La “conversione” di Luca al software libero non si è limitata solo alla piattaforma del sito, ma è arrivata anche all’utilizzo del Gimp per i suoi lavori di fotoritocco professionale!